Eleanor Coppola: appunti dietro la cinepresa di Apocalypse Now

Baler, 9 aprile

Sono state scritturate parecchie centinaia di sudvietnamiti da un campo profughi vicino Manila, per recitare la parte dei nordvietnamiti nel film. Oggi, mentra attraversavo il posto dove si radunano durante le pause, stavano provando una breve commedia, aspettando di girare la prossima scena. Non parlavano inglese, ma un giovanotto ha detto ad alta voce: “Pronti”, e tutti sono rimasti sul loro posto, tranquilli ma pronti. Poi ha battuto due legnetti uno contro l’altro e ha esclamato: “Azione”, e poi è cominciata la recita in vietnamita. Più tardi mi sono accorta che il capogruppo li chiamava per il pranzo alla stessa maniera. Diceva: ” Pronti, e si riunivano tutti , poi batteva i suoi bastoncini, esclamava : “Azione”, e andavano tutti in fila ad ordinare il pranzo.

Baler, 10 aprile

Finalmente ho capito perchè le gabbie dei gabinetti pubblici hanno sempre delle impronte di piedi. Certi enormi americani hanno progettato le basi talmente alte, che non c’è nessun vietnamita o filippino che ci si possa sedere appoaggiando i piedi per terra: sono costretti a star accovacciati selle tazze.

Manila, 10 aprile

La nostra lavandaia, cecilia, mi piace, ma mi secca davvero il fatto di avere una macchina da lavare umana. Lava ogni cosa nel mastello, poi stira, con questo caldo ! Fa anche da lavapiatti. Mi viene male a mettere i vestiti sporchi nel cesto. Mi stavo lamentando con la mia vicina di casa, ma lei mi ha detto che Cecilia è contenta di lavorare presso una famiglia così gentile e che ha molto bisogno di lavorare. Guadagna, in pesos, il corrispondente di circa 55 dollari al mese, più vitto e alloggio. Qui un elettrodomestico costa di più.

Baler, 12 aprile

Sono seduta su dei sacchetti di sabbia nella scuola, in attesa della grande scena … arriveranno otto elicotteri dal mare, faranno saltar per aria due case e qualche palma .. se ne andranno per passare sopra di nuovo e colpire altre due case, poi passeranno ancora e faranno saltare quattro case e le imbarcazioni sulla spiaggia. I tecnici degli effetti speciali hanno già acceso i fuochi nelle capanne ai confini della zona; gettano dei copertoni tra le fiamme perchè continui a salire il fumo nero. Gli elicotteri si stanno rifornendo di carburante. Dalla radio giunge una descrizione di quello che sta succedendo a tre miglia da qui: “stanno riducendo il numero dei giri. Ora sono decollati”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: