Sogni e delitti (2007) un film di Woody Allen

allen-6allen-8allen-57

allen-84allen-75allen-54

SOGNI E DELITTI (2007)

A cura di Alessandro Dionisi

Ian e Terry sono due ragazzi di estrazione sociale proletaria e vivono in una modesta famiglia nel sud di Londra. Entrambi ne soffrono la condizione sociale e sognano un riscatto materiale fatto di soldi, l’unico canale che li risolleverebbe. Ian aiuta a malincuore il padre nel ristorante, mentre Terry lavora in un’officina. I due, se pur coltivano lo stesso sogno, sono differenti caratterialmente: se da un lato Terry è un ragazzo introverso, solitario e sensibile, Ian è più estroverso, schietto e menzognero. Tra i due è maggiormente stimato dalla madre una donna rumorosa, cosciente di avere più potere sui tre uomini, ma affrancata nelle mura di casa e portata spesso al pettegolezzo. Essa intravede in Ian il coraggio, le ambizioni e il successo del loro zio Howard.

allen-2allen-4allen-11

allen-14allen-16allen-23

Il padre, al contrario, è una macchietta (personaggio tipico di Allen), un signore fragile e silenzioso. Conosce più razionalmente la verità dei comportamenti ambigui dei figli al di fuori delle mura di casa, ma la fragilità la paga a caro prezzo per la mancata stima e considerazione offertagli dalla moglie e da Ian: la prima lo aggredisce verbalmente con risposte bruciapelo e schizofreniche per ogni suo commento, il secondo è sempre pronto a dissuaderlo e svilirlo nel lavoro, manifestandogli continuamente piani e progetti aleatori sul proprio futuro, che hanno come scopo principale la volontà di non essere partecipe alla sua attività. Le differenze caratteriali e le diffidenze interne dei Blain sono compensate dal valore etico che ognuno di loro da alla famiglia. “La famiglia sopra a tutto” apparentemente cicatrizza ogni ferita e ogni turbamento che singolarmente i soggetti in questione subiscono. La famiglia è un valore aggiuntivo di superficie, poiché i genitori sono coscienti dei tracolli che Terry e Ian per natura attirano a sé. Questa educazione falso borghese unisce Terry ed Ian, sempre pronti a soccorrersi nel momento del bisogno. Ian tra i due sembra dare maggiore sprint e responsabilità per via di un carattere più vivace e sfacciato. Le loro ambizioni sono frenate dalla realtà: per questo i due fratelli cercano di evaderla e sognano mondi lontani. Le ambizioni sono, più di ogni altra cosa,protette dalla generosità che lo zio Howard ha sempre mostrato nel momento di bisogno.

allen-50allen-26allen-28

allen-33allen-36allen-47

Proprio nel film che comincia mostrandoci i due fratelli mentre acquistano una barca a vela, battezzata con il nome di Cassandra’s Dream, lo zio Howard ci viene presentato nelle loro fantasticherie come la persona idonea a cui chiedere un prestito. Howard rappresenta così la garanzia per ogni vizio, il muro d’acciaio contro ogni rischio. Ma in questa occasione i due riescono ad acquistare la barca grazie ad una vincita inaspettata di Terry a Poker: 30 000 sterline che si trasformano in 90 000 di debito che dovrà sborsare per la perdita successiva. I vizi sono imprescindibili se pur diversi per i due: Terry al di fuori del lavoro è un perdigiorno soffocato dal gioco d’azzardo, vissuto come una vera e propria forma di trance e come una fortuna da sfruttare quando l’avverte dentro. L’alcol ne è la risposta incontrollata. Ian invece sogna un mondo fatto di grandezze al di fuori delle mura di casa e di belle macchine. Sogna inoltre la California, belle donne e un’attività manageriale nel mondo della ristorazione (una volontà inconscia di dimostrare al padre le maggiori capacità, ma anche un’utopia). SeTerry vive il reale in uno stato catatonico, sempre più insicuro ed indeciso, rifugiandosi in un silenzio che lo annega nel senso di colpa, nelle medicine per curare gli stati di ansia e di panico Ian, contrariamente, si crogiola nei bei pensieri e non perde l’istinto di strafare. Con la testa fra le nuvole ad immaginare un futuro di clienti d’alto bordo prende sempre a noleggio macchine d’epoca nel garage del fratello. Gira per la città, mostrandosi continuamente una persona dall’apparente piacevolezza e personalità. E costruendo questo personaggio attira a sé l’interesse di Angela, conosciuta mentre soccorre la macchina ferma della ragazza in mezzo una strada di campagna. Angela è un’attrice scalpitante molto bella, affascinante e capricciosa. Il suo sogno è il cinema, ma per ora si guadagna il pane recitando nei piccoli teatri di Londra delle commedie a sfondo sexy. Anch’egli è avida del successo e non a caso guarda ciò che Ian è capace di offrirle. E proprio quando la generosità del ragazzo si trasforma in maggior garanzia, si sentirà completamente sua(..) La sensuale Angela non ha nulla da nascondere ad Ian, confessa le sue ambizioni, il suo carattere narcisista e lunatico ed i suoi amanti.. Proprio questa trasparenza lo mette maggiormente a disagio spingendolo ad indebitarsi per renderla felice e per cercare passo dopo passo di possederla. Ian è cosciente che l’unica arma di corteggio e conquista sono i soldi. Difatti non avendo nessuna cognizione d’arte si trova puntualmente a disagio con i compagni della nuova amante . Ma anche Angela inconsciamente riconosce la sua mediocrità creativa, e se pur palesa il contrario, aspetta una mossa concreta e decisiva di Ian.

allen-51allen-43allen-15

allen-37allen-7allen-39

Nel momento del tracollo dei due fratelli lo zio Howard passa a trovare la famiglia nel giorno del compleanno della sorella. E in questa occasione la realtà di Terry e Ian cambia completamente. Ottenere soldi per ricompensare debiti questa volta ha un duro prezzo. Occhio per occhio, dente per dente. Howard, possessore di cliniche sparse in giro per il mondo, imprenditore di grossa fama in Cina è immischiato in un grosso scandalo e un membro dello staff, Martin Burns, è pronto a parlare di cose estremamente dannose per lui. Si trova improvvisamente in un territorio sconosciuto e le ingenti somme che caccerebbe dalle proprie tasche per chiudere la faccenda non servono affatto . Martin Burns è un uomo pronto a non farsi corrompere e deciso a portare a termine la denuncia. È pericoloso per la carriera brillante dello zio Howard e per giunta deve essere eliminato. È il ricatto che i due fratelli subiscono se vogliono dare una svolta positiva nella loro vita e realizzare i loro sogni, eliminando così i guai irrisolvibili per i debiti. Un ricatto a cui non possono rinunciare per gli aiuti che costantemente hanno avuto. Devono trasformarsi in due killer nel giro di due settimane, periodo in cui Martin Burns si intratterrà a Londra per affari. Lo zio Howard rifornisce loro, in uno stato attonito, tutte le informazioni necessarie inerenti agli spostamenti che l’uomo farà nei giorni successivi. Avranno anche occasione di guardarlo in faccia quando lo incontrerà per una colazione d’affari in un bar. Quindici giorni per trasformarsi in cacciatori, cambiare la loro vita, i loro pensieri. Organizzare diversamente le loro giornate. Ovviamente tutto questo all’oscuro dei genitori. Ian si sente sicuro, responsabile e cerca di spronare uno spaventato Terry cosciente ma passivo. Cerca di persuaderlo con le parole, con un cinismo che è pura realtà durante i loro scontri verbali:

“I fratelli Blain sono una coppia di falliti. Non dobbiamo vantarci di quello che abbiamo fatto finora.. Quasi tutti gli omicidi restano irrisolti, a me sembra un sogno..”

allen-10allen-30allen-38

allen-56allen-61allen-64

Il caos interiore di Terry si manifesta anche fisicamente. Il continuo alcol che consuma mischiato con medicinali lo porta in stati di panico maggiore, insonnia e a destare le prime preoccupazioni di Kate, la ragazza con cui convive.. Ian deve improvvisamente organizzarsi per convincere il fratello, fargli capire che l’omicidio di Martin Burns è la loro unica ancora di salvezza, umiliare il proprio passato per indurlo.. Terry e Kate partecipano ad uno spettacolo teatrale di Angela, passano la serata in un locale a Londra e proprio in quella circostanza, in un momento dove i due fratelli sembrano essersi sbarazzati delle ombre, davanti ad un bancone e parlando con il barman di poker, Terry si ritrova Martin Burns che si intromette nel discorso presentandosi come un grande giocatore di carte ed amante in particolare del poker. Parla di sé raccontando di essere così ora impegnato dalle faccende del lavoro che gli concedono, contro la sua volontà, ben poche occasioni per giocare. Davanti a uno spento Terry e ad un più interessato Ian (giunto nel frattempo) brinda con loro l’ultimo sorso di alcol, confidandogli che la sua permanenza a Londra terminerà nel weekend. I due dilettanti killer non hanno molto più tempo necessario per organizzare il tutto. Proprio in questa circostanza Terry improvvisamente sembra responsabilizzarsi, confidando al fratello che ha pensato a come fare per commettere l’omicidio senza lasciare troppe tracce. Ha in mente di costruire una pistola artigianale in legno con un pezzo di metallo che spara un colpo solo. Ma la responsabilità di Terry è carente. Difatti nel giorno fatidico dell’omicidio arriva all’appuntamento ubriaco ed ha modo di scaricare addosso al fratello ciò che pensa su di lui:

“ Non te ne frega di nessuno al mondo, solo di te stesso. Non sei un pezzo grosso, sei uno da quattro soldi. Chi se ne frega di quanti alberghi gestirai o di quanto è fica quella ..”

E di essere afflitto da prime crisi esistenziali:

“E se esiste un Dio? Stiamo varcando un confine:da qui non possiamo tornare più indietro”

allen-53allen-66allen-67

allen-70allen-72allen-58

Ian fa buon viso a cattivo gioco: se in primo momento risponde dicendogli che i debiti lo hanno portato all’intossicazione, cerca sempre con astuzia di fargli capire che l’omicidio è l’unico modo per uscire dal tunnel. Nella prima occasione i due si intrufolano nella casa di Martin Burnes attendendo il suo ritorno, ma un primo imprevisto li costringerà ad ucciderlo la sera successiva: l’uomo entra in casa con una donna ed entrambi i fratelli non se la sentono di compiere un duplice omicidio. L’indomani, uscito dalla casa della madre lo seguono e senza che alcuna persona invada il territorio si trovano faccia a faccia con la preda e sparano i due proiettili artigianali. Martin Burns muore e la sorte sembra giocare dalla loro. Terry confida al fratello che si è tolto un peso da dosso e Ian sintetizza il tutto (con il volto scosso) con un “prima era prima adesso è adesso”.

allen-77allen-79allen-82

Le frasi di Ian prendono il sopravvento sulla labilità del fratello solo per poche ore. Terry in preda alle ossessioni preferisce che la sua vita vada a puttane pagando il debito. Si sente macchiato dal peccato e il castigo è diventato la dovuta punizione. Se il senso di colpa prima lo tratteneva dentro ora comincia a manifestarlo straparlando nel sonno. A Kate dice di essere convinto di aver commesso qualcosa di grave, ma la ragazza crede che i suoi agghiaccianti discorsi siano frutto dell’insistente consumo di alcol e medicinali. Cerca di parlare con Ian oramai sbarazzatosi dell’ombra dell’omicidio, entrato nel cuore di Angela e nel mondo degli affari. Terry ha per ora rinunciato ai soldi che insistentemente Howard nel giorno del ringraziamento offre loro per sdebitarsi. Terry si consuma nel panico e comincia a destare pensiero..Non ha aspettative per il futuro, non ha più la prospettiva di aprirsi il negozio di attrezzature sportive. Al contrario diventa più nervoso e  viene allontanato dall’officina. Ian parla con Kate e le promette che ci penserà lui, che lo aiuterà perché è sangue del suo sangue. Cerca di distrarlo portandolo alla corsa dei levrieri, parlandogli, ma oramai Terry riconosce solamente che lo sgarro lo deve pagare solo confessando tutto alla polizia e tenendo fuori il fratello ed Howard . Altresì riconosce che ha infranto la legge di Dio e subire la punizione è l’unica strada per liberarsi definitivamente. Ian, preso dal panico, parla con lo zio che senza alcun ripensamento chiede al nipote di fermarlo: è l’ unica via per poter sopravvivere.

È un dejà vu ma 10 000 volte peggio. Su una cosa aveva ragione lui: è stato come attraversare un confine. Non bisogna più tornare indietro..

Il ragazzo percepisce nello sconforto che l’unica scelta da fare è quella appena indicata da Howard: farlo fuori, magari cercando di far apparire il tutto come un suicidio.

Gli propone di fare un giro nel mare sopra Cassandra’s Dream, nell’aria fresca, chiacchierando da fratello a fratello e cercando di stemperare il malessere. Terry accetta e Ian riesce a sottrarre in casa una buona dose di medicinali che mischierà nella birra che il fratello berrà. Nel loro ultimo viaggio cerca di ricondurlo ai suoi passi dicendogli che alla fine tutta la vita umana è fatta di violenza e che si è trovato di fronte alla natura delle cose. Ma Terry, insolitamente lucido, gli ribatte che ora l’ordine delle cose è fuori asse e l’unica certezza è la voglia di riaddrizzare il tutto. L’ultima speranza si è spenta: Ian scende per preparare il veleno quando, preso dalla stizza e dalla rabbia, frantuma la bottiglia a terra. Quando risale rivendica verbalmente tutta la rabbia poi si lancia sul fratello che, difendendosi dalla colluttazione, lo spinge a terra. Ian batte la testa a terra e muore. Terry è disperato. Nell’ultima sequenza, mentre Angela e Kate acquistano dei vestiti in un negozio, il commento di un agente della polizia al comandante da poco giunti al porticciolo è lapidario:

Uno ha ucciso l’altro, poi si è tolto la vita annegandosi. Il posto puzzava di alcol e pillole.

alln-13alln-14allen-74

allen-81allen-85allen-86

 

SOGNI E DELITTI (2007)

Un film scritto e diretto da Woody Allen

Genere: Thriller

Montaggio: Alisa Lepselter

Scenografia: Maria Djurkovic

Musiche: Philip Glass

Scenografia: Vilmos Zsigmonol

Con: Hayley Atwell, Colin Farrel, Sally Hawkins, Ewan McFregor, Tom Wilkinson, John Benfield, Phil Davis


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: