Archivio per dicembre, 2008

La mia tradizione natalizia: Fanny & Alexander

Posted in cinema with tags , , , on dicembre 31, 2008 by alessandro dionisi
Annunci

Testimonianze: David Lynch “O Così o Niente”

Posted in testimonianze with tags , , , , on dicembre 31, 2008 by alessandro dionisi

sailor2

                                                                                                                 O COSì O NIENTE     (Prima Parte)

 

TEXTURE. Mi interessano molto le texture… Per esempio, una volta avevo questo gatto morto. Me lo aveva dato un veterinario. Lo portai a casa. Fu davvero un’esperienza. Avevo preparatto tutto in cantina. Lo dissezionai. Poi lo misi in una bottiglia, ma la bottiglia aveva un piccolissimo foro. Il gatto vi entrò dentro come una materia gelatinosa, ma dove vi era il foro si produsse il rigor mortis… E’ come… come un’anatra.. Mi piace l’idea dell’anatra. Perchè c’è il becco, la testa, il collo, e poi c’è l’occhio. L’occhio è molto piccolo, ma riluce come un gioiello. E’ piccolo, ma richiama la stessa attenzione del corpo. Se il corpo fosse come l’occhio e l’occhio come il corpo non funzionerebbe. Queste cose mi fanno impazzire. Penso che queste proporzioni in natura, nell’anatra, significhino qualcosa. La proporzione tra l’occhio e il corpo, la materia, la complessità. Penso che nel dipingere si obbedisca incosciamente a queste regole. Tutte queste cose sono lì quando dissezioni qualcosa. La texture e le forme sono incredibili. Per questo ho dissezionato il gatto. Continua a leggere

Il buio nell’anima (2007)

Posted in celluloide, cinema americano on dicembre 26, 2008 by alessandro dionisi

 

 

buio19buio23buio40

buio16buio9buio7

 

 

IL BUIO NELL’ANIMA (2007)

                                                         A cura di Alessandro Dionisi

 

“La città più sicura del mondo.. ma è orribile aver paura di un luogo amato e vedere un angolo che conoscevi così bene e spaventarti con la sua ombra. Non riuscire a salire i gradini tanto noti. Non avevo mai capito come si poteva vivere la paura. Paura di rincasare nel lavoro sola; paura di  ritrovare nella posta quella polvere bianca, terrore della notte. Gente che ha paura di altra gente. Credevo che la paura appartenesse ad altre persone. Persone più deboli. Non ne avevo mai avuta. Ed ora ce l’ho dentro. E quando ti tocca capisci che è sempre stata li lei, in agguato, ben nascosta sotto tutto quello che amavi e ti si gela il sangue. E il tuo cuore duole e tu guardi la persona che cammina per quella strada. E ti domandi semmai se tornerai ad essere lei..

Nello sua essenza lo spirito americano è duro, solitario, distaccato,  ossessivo e non è  mai mutato.  C’è chi pensa di essere Dio in giro: uccide in nome della giustizia nella città più sicura al mondo..” Continua a leggere

Eleanor Coppola – Appunti dietro la Cinepresa di Apocalypse Now

Posted in apocalypse now with tags , , , , on dicembre 7, 2008 by alessandro dionisi

ggggggggggggggggggggg

Baler, 6 maggio

Ieri pomeriggio verso le tre, ho deciso di riprendere David mentre girava con la cinepresa Astrovision dal Jet Mu-2. Doug e io siamo andati alla pista d’atterraggio, l’aereo era stato al sole tutto il giorno e sembrava proprio di entrare in sauna; nel giro di pochi minuti eravamo bagnati fradici di sudore. Siamo saliti sin sopra le nuvole, David ha cominciato a cercare i caccia F-5 filippini per fotografarli mentre provavano la ripresa di domani del bombardamento al napalm. La cinepresa era montata sotto la fusoliera dell’aereo e David la manovrava per mezzo di comandi a distanza, mentre guardava uno schermo televisivo all’interno della cabina. Continua a leggere

Jean Renoir: presentazione di “Une Partie De Campagne”

Posted in cinema francese, testimonianze with tags , , , , on dicembre 6, 2008 by alessandro dionisi

senna-1

 

Intervista tratta dal Dvd – Une partie de campagne

“Una gita in campagna”..

Da molto tempo avevo voglia di girare un cortometraggio che avesse la stessa accuratezza di un lungometraggio. Di norma i cortometraggi si fanno in pochi giorni, sono rafforzati, a volte interpretati da attori non molto bravi e girati con mezzi tecnici inferiori.

Ritengo che, girando un cortometraggio in modo accurato, questo avrebbe potuto far parte di un programma composto da diversi cortometraggi. La mia idea era quella di fare un film della durata di circa 40 minuti. Continua a leggere

[A]livePoetryVision (Festival di Trieste)

Posted in Uncategorized, video with tags , , , , , on dicembre 2, 2008 by alessandro dionisi

http://lellovoce.altervista.org/spip.php?article1605

 

Vodpod videos no longer available.

more about “[A]livePoetryVision “, posted with vodpod