Eleanor Coppola: Appunti dietro la cinepresa di Apocalypse Now

Manila, 20 maggio

La tempesta è diventata più preoccupante: l’acqua è cominciata a entrare nelle stanze al pianterreno. In certe zone sembra quasi che il tappeto galleggi, perché c’è sotto una pellicola d’acqua. I bambini l’anno preso come una specie di letto d’acqua e continuano a saltarci intorno e sopra. Ben presto l’acqua è salita a 15 cm e ha cominciato ad uscire dalla delle camere da letto, per invadere anche le altre stanze. Parecchia gente s’è rifugiata da noi dall’ufficio,  perchè le strade erano talmente allagate che non potevano tornare a casa loro. Ci avevano impiegato due ore solo per arrivare quì dall’ufficio. Ce ne stavamo tutti in cucina a berci una bottiglia dietro l’altra di vino italiano, quando a qualcuno è venuto in mente che gli scatoloni di pasta  erano giù in mezzo all’acqua.

Larry e Dean si erano tolti le scarpe e hanno attraversato la stanza allagata, poi hanno cominciato a portare su gli scatoloni. A un certo punto è arrivato Francis. Era rimasto bloccato con la macchina in mezzo al diluvio per un’ora e mezzo, s’era impantanato e aveva dovuto spingerla a braccia per uscire e adesso era inzuppato. I montatori sono stati a casa tutto il giorno per preparare un provino del film da proiettare a Cannes, ma poi hanno capito che era impossibile farlo a casa. Allora abbiamo cominciato a contarci per vedere in quanti erano per la casa. Eravamo in quattordici e l’arrostino spiluzzicato bastava si e no per quattro. Francis ha deciso di fare la pastasciutta. Da quando è a dieta, cerca sempre una buona scusa per non seguirla. Sofia s’è messa l’impermeabile ed è andata a fare una corsa in giardino. Una parte è quasi completamente sommersa e le rane, che di solito saltellano, adesso nuotano. Sofia sta dando loro la caccia ed ogni tanto riesce a prenderne una. il concime intorno ai fiori è finito tutto in piscina.

Francis ha messo su il disco La Bohème a pieno volume. Marc, Roman e Gio stanno giocando una rumorosa partita a poker. I tuoni e la pioggia facevano un tale baccano che dovevano urlare per riuscire a sentirci. Alla fine ci siamo fatti una cena straordinaria e proprio quando eravamo al dolce se n’è andata la luce. Avevamo delle banane flambé al posto delle candele. Dopo cena Francis e io ci siamo messi sul divano a guardare quelli che non c’erano a tavola: c’era un gruppo di persone a ciascun capo della grande tavola ovale e tre candele e mezzo. Francis stava parlando di quanto fantastici fossero i nostri occhi che possono compensare la bassa intensità della luce e vedere con perfetta chiarezza. Non si potrebbe fare una ripresa con quella luce. Era veramente bello. Francis si meravigliava di come le persone a tavola fossero perfettamente composte. Talvolta qualcuno si alzava e andava in cucina, attraversando la luce o passandovi dietro. Ogni persona era perfettamente piazzata, chinata un pò avanti oppure un pò indietro, per stare nella luce. Francis diceva che non era possibile ottenere nulla di meglio, per quanto si potessero perfettamente collocare le luci. Dopo un pò ce ne siamo andati a letto. Mi era sembrato che avesse smesso di piovere per un momento, per cui tutti avevano deciso di cercare di andarsene da casa. Erano usciti, ma appena arrivati alla strada principale, erano dovuti tornare indietro. L’elettricità è tornata solo verso le quattro del mattino e così La Bohème ha ripreso a pieno volume. La macchina dell’espresso ha cominciato a funzionare e si sono accese tutte le luci. Sono scesa giù a spegnere tutto. C’era gente che dormiva in ogni angolo.

Testimonianza tratta dal libro omonimo Edizioni il Formichiere

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: